Archivio mensile:novembre 2013

La durata delle maschere protettive 3M polveri e solventi

La durata delle maschere protettive 3M per polveri o solventi e’ la domanda a cui è tutti gli operatori e responsabili della sicurezza non riescono ad avere una risposta precisa. Nei manuali dei DPI non e’ mai riportata La durata ma soltanto un valore, espresso in TLV, che indicata il valore di esposizione . Di fatto e’ quasi impossibile nella stragrande maggioranza dei casi determinare la durata perché avremmo bisogno di avere una quantità di dati difficilmente reperibili. Avremmo infatti bisogno di sapere:

1) La concentrazione delle sostanze tossiche nell’ambiente di lavoro. Con opportuni strumenti andranno fatti campionamenti dell’aria per stabilire il livello di inquinamento.

2) Eseguire il Fit-Test su tutti gli operatori per verificare che la maschera aderisca perfettamente al viso di ciascun operatore. Solo con questi tipi di test è possibile stabilire l’effettiva efficienza di una maschera protettiva, prova che risulta peraltro obbligatoria su tutti i dispositivi di 3° categoria.

3) Conoscere la frequenza respiratoria dell’operatore. Ogni persona esegue una quantità di inspirazioni al minuto differente in base allo stato fisico e al lavoro che esegue. Maggiore sarà il numero di respirazioni e di conseguenza maggiore “l’usura del dispositivo”.

4) Che tutti i valori rilevati siano costanti nel tempo e ripetitivi nei turni di lavoro.

In linea generale le maschere sono manuouso, quindi adatte per 1 solo turno di lavoro. Alcune maschere protettive possono essere usate per più turni e quelle 3M sono marcate con la lettera “R” dopo il valore filtrante.

maschera_3m8835

 

Morse per centri di lavoro Professionali Cuter

Le morse professionali Cuter sono la soluzione ottimale per lo staffaggio su macchine utensili professionali. La loro realizzazione in acciaio Ni-CrMo rettificato, durezza HRC 60÷62 tolleranza 0.015 ed interamente rettificate, consente di avere una assoluta e sicura presa dei particolari da lavorare. La vite di serraggio in acciaio anti usura è priva di giochi, e la possibilita di avere le ganasce fisse o discendenti consente un’ampia scelta, anche combinata. Destinata ad officine che effettuano produzioni di serie e realizzazioni di stampi. Sono fornibili tutti i ricambi anche dei modelli più vecchi.

L’intera produzione è effettuata in Italia.

 

morsa_fresa_Cuter_Modulari

 

La certificazione Accredia degli strumenti di Misura

Da ormai diversi anni gli strumenti di mIsura hanno la necessità di essere certificati per garantire l’effittiva precisione di misurazione. Le aziende di produzione infatti che vogliono certificare il loro ciclo di produttivo devono avere la certezza della esattezza degli strumenti di controllo.
Da qui la nostra azienda oltre che a fornire gli strumenti di misura, può fornire anche il servizio di taratura appoggiandosi ai laboratori Accredia riconosciuti.
Possiamo fornire quindi tutti gli strumenti di misura già completi di certificato.
calibri_digitale_borletti_cedwa15
Quindi:
Anelli e spine calibrate certificate
ecc….
Per qualsiasi necessità e nostru uffici commerciali sono a vostra disposizione per ogni chiarimento e richiesta.
Chi è l’ente di certificazione ACCREDIA?
ACCREDIA è l’Ente unico nazionale di accreditamento, riconosciuto dallo Stato il  22 dicembre 2009, nato come Associazione senza scopo di lucro, dalla fusione di SINAL e SINCERT e con il contributo di SIT – INRIM, ENEA e ISS.
Con ACCREDIA l’Italia si è adeguata al Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio n. 765, del 9 luglio 2008, che dal 1° gennaio 2010 è applicato per l’accreditamento e la vigilanza del mercato in tutti i Paesi UE.
Ogni Paese europeo ha il suo Ente di accreditamento. L’Ente Nazionale è responsabile per l’accreditamento in conformità agli standard internazionali della serie ISO 17000 e alle guide e alla serie armonizzata delle norme europee EN 45000. Tutti gli Enti operano senza fini di lucro.
ACCREDIA valuta la competenza tecnica e l’idoneità professionale degli operatori di valutazione della conformità  (Laboratori e Organismi), accertandone la conformità a regole obbligatorie e norme volontarie, per assicurare il valore e la credibilità delle certificazioni.
Le attività dell’Ente si articolano in quattro Dipartimenti:
–     Certificazione e ispezione;
–     Laboratori di prova;
–     Laboratori di prova per la sicurezza degli alimenti;
–     Laboratori di taratura.
L’accreditamento è un servizio svolto nell’interesse pubblico perché gli utenti business e i consumatori finali, ma anche la Pubblica Amministrazione quando ricorre a fornitori esterni, possano fidarsi, fino all’ultimo anello della catena produttiva e distributiva, della qualità e sicurezza dei beni e dei servizi che circolano su un mercato sempre più globalizzato.
La fiducia reciproca tra il produttore e l’acquirente di un bene, tra il fornitore e l’utente di un servizio è una conquista per il funzionamento efficiente del mercato – o meglio dei mercati contemporanei, sul piano sia pubblico che privato, in ambito nazionale come internazionale.
L’accreditamento garantisce che i rapporti di prova e di ispezione e le certificazioni (di sistema, prodotto e personale) che riportano il marchio ACCREDIA siano rilasciate nel rispetto dei più stringenti requisiti internazionali in materia di valutazione della conformità, e dietro una costante e rigorosa azione di sorveglianza sul comportamento degli operatori responsabili (Laboratori e Organismi).