Archivio mensile:febbraio 2014

Scelta del Motore elettrico trifase o monofase

I motori elettrici più comuni si differenziano per le seguenti caratteristiche:

1) Alimentazione Motori 220V monofase o 380V trifase

2) Grandezza o taglia del motore che si identifica con un numero detto anche PAM. La taglia più piccola e’ la 56, a seguire la 63, 71, 80, 90, 112, 132 160 ecc.. Questo numero identifica generalmente anche il diametro dell’albero motore dato molto importante se si deve accoppiarlo per esempio ad un riduttore di giri.

3) Il tipo di attacco. I motori elettrici possono essere flangiati e allora si suddividono in B14 e B5, oppure senza ed allora si identificano in B3. Se dovrò utilizzarli con un riduttore di giri dovranno essere flangiati, se invece dovrò montare per esempio una puleggia non ne avrò bisogno e la scelta sarà un B3.

4 il numero di giri. I motori convenzionali si suddividono in tre velocità, 2800, 1400 e 900 giri al minuto. Questo valore viene anche indicato dal numero dei poli da cui è’ costituito l’indotto e corrisponde rispettivamente a 2, 4 o 6.

motori elettrici generale

 

Proteggere le vie respiratorie da vapori di Ammoniaca e sostanze acide con Maschere 3M 4279

Un’azienda che effettua lavorazioni con ammoniaca ci ha chiesto quale maschera 3M utilizzare per garantire una protezione adeguata degli operatori.

Premesso che come sempre è indispensabile una corretta valutazione del rischio da parte di personale competente ed addestrato all’interno dell’azienda, la nostra proposta è stata quella di utilizzare la maschera 3M 4279.Tale maschera con filtri non sostituibili consente di dare all’operatore una grande comfort  senza appesantire la testa.maschera_protettiva_3m4279

 

In combinazione abbiamo consigliato per la protezione degli occhi l’utilizzo degli occhiali a mascherina 3M 2890SA con trattamento anti appannamento non ventilati specifici per esalazioni di questo tipo.

3M 2890SA

 

Compressori d’aria ad uso medicale

L’utilizzo di aria compressa negli ambulatori dentistici e’ da anni indispensabile. Molti utensili necessitano aria compressa per il loro funzionamento. Da qui l’importanza di avere una alta qualità dell’aria compressa sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo.

compressore_medicale_fiac_de150

Per garantire la non contaminazione degli utensili, gli oggetti ed i pazienti e’ indispensabile prima di tutto avere una produzione di aria compressa senza olii. I compressori standard però hanno necessariamente un rilascio piu o meno importante di olio nell’aria compressa prodotta, dovuta al sistema costruttivo. Proprio per queste esigenze nascono i compressori d’aria per uso medicale che hanno un funzionamento diverso e non rilasciano olio nell’aria compressa. Per garantire ulteriore sicurezza e’ sempre consigliabile il montaggio sulla linea di filtri olio/polveri e per ultimo un filtro ai carboni attivi.

filtri_aria_compressa_kaeser

Con quest’ultimi avremo anche una filtrazione delle particelle più piccole e soprattutto andremo anche a ridurre in maniera drastica i cattivi odori che possono generarsi nell’impianto di distribuzione aria.