Archivio mensile:settembre 2014

I vantaggi delle cinghie dentate Poly V

Le cinghie dentate Poly V o più correttamente striate, sono costruite con delle scanalature a V nel senso lungitudinale e sono specifiche per essere montate su pulegge scanalate.

Grazie al loro profilo ribassato e l’alto coefficiente di attrito, fornito dalla presenza delle nervature, offrono molti vantaggi nelle trasmissioni di potenza.

L’armatura è composta da una serie di fili ritorti ad alta resistenza disposti in senso longitudinale che determinano la resistenza alla trazione ed evitano l’allungamento.

Sezione cinghia dentata Poly V

Sezione cinghia dentata Poly V

La cinghia poly V assicura una distribuzione omogenea della pressione sull’intera superficie di contatto ed è il 300% superiore rispetto ad una cinghia piatta della stessa larghezza.

Contrariamente alle cinghie trapezoidali la cui aderenza alla puleggia è affidata solo ai fianchi, le cinghie poly V assicurano un contatto su l’intera superficie della puleggia.

Sono molto flessibili e quindi si prestano all’utilizzo su pulegge di diametro ridotto, rapporti di velocità molto elevati fino 40:1 e alte velocità lineari, un’alta silenziosità e praticamente assenza di vibrazioni.

Esempio di utilizzo di pulegge Poly V

Esempio di utilizzo di pulegge Poly V

La possibilità di creare trasmissioni serpentina con galoppino tenditore.

Le cinghie poly V vengono tagliate a richiesta a seconda del numero di nervature necessarie. Per ordinarle è necessario contare il numero delle creste per definire la larghezza.

Le misure più diffuse sono la J da 2.34mm e la L da 4.7mm di larghezza a nervatura.

 

Avvitatore Bosch GSR1800 un offerta imperdibile ma solo fino al 30/09/2014!!!

L’avvitatore a batteria Bosch GSR 1800 ad un prezzo imbattibile 110.00 + iva !!

gsr 1800

  1. Batteria a Ioni di litio
  2. Tensione: 18,0 V;
  3. Capacità: 1,5 Ah;
  4. Peso: 1,5 Kg;
  5. Lunghezza: 204 mm;
  6. Altezza: 229 mm;
  7. N. giri a vuoto: 0- 420 / 0 – 1300;
  8. Capacità foratura legno: 25 mm;
  9. Capacità foratura acciaio: 10 mm:
  10. Dimensioni mandrino: 10mm;
  11. Posizioni regolazione coppia: 25 + 1;
  12. Coppia 34 Nm

 

Come vanno trattati i DPI dopo l’uso?

Generalmente le maschere protettive a filtri non sostituibili sono manouso. Quindi vannosostituite dopo 1 turno di lavoro.

3m9320

La durata è molto difficile da determinare perchè influiscono tanti fattori non facilmente reperibili dalla quasi totalità degli utilizzatori come: fequenza respiratoria, concentrazione delle sostanze da filtrare, umidità, temperatura, capacità polmonare ecc..  quindi si utilizza finchè la respirazione non diventa difficoltosa in caso di polveri o si avverte l’odore o il sapore della sostanza in caso di gas o esalazioni. Alcune #maschereprotettive 3M sono riutilizzabili e questo è indicato dalla lettera “R” vicino al codice identificativo. I dispositivi dopo l’utilizzo vanno smaltiti a seconda del tipo di contaminate a cui sono stati esposti. Se per esempio dovrò smaltire le Tute protettive o i guanti utilizzati in verniciatura andranno smaltiti ed identificati con la procedura prevista dai codici di smaltimento rifiuti CER delle vernici. Tutti i rifiuti prodotti andranno poi affidati alle aziende autorizzate allo smaltimento.

Febbri emorragiche virali, DPI per la protezione da Ebola degli operatori nelle zone a rischio

La trasmissione del virus Ebola e Marburg entrambe FEV(Febbri Emorragiche Virali) interumana avviene, come specificato nel documento del Ministero della Salute, in seguito a contatto diretto con sangue, secrezioni, urine, organi, liquido seminale di pazienti infetti e a contatti stretti con persone a cadaveri infetti. Il pericolo di contagio evidentemente si estende anche a tutti gli oggetti che possono essere venuti in contatto con pazienti infetti quindi si rende necessario la protezione anche nel possibile contatto con gli stessi. La protezione deve essere assolutamente completa!

protezione_fitofarmaci_tabacco

Per la protezione del corpo occorre utilizzare una tuta con giunture termosaldate come le tute 3M4565, queste garantiscono una protezione da aereosol e permeazione degli spruzzi.

Per la protezione del volto è raccomandato l’uso di maschere a pieno facciale come le maschere 3M 6800 o semifacciali 3M 6200 a cui devono essere applicati filtri con fattore protezione FFP3. Nel caso si utilizzino le semimaschere è necessario la protezione degli occhi con occhiali sigillati tipo 3M 2890SA. Per facilitare le operazioni di decontaminazione durante la rimozione dei dispositivi con soluzioni disinfettanti come per esempio l’ ipoclorito di sodio è necessario avere dei filtri in cassetta tipo 3M 6035. Per la protezione delle mani occorre utilizzare guanti in lattice doppi e per evitare lo sfilamento del polsino della tuta da sopra il guanto si raccomanda l’uso del nastro adesivo sui polsi in modo da evitare che alcuni movimenti possono inficiare la protezione. Ai piedi si raccomanda l’uso di stivali in gomma per poter essere facilmente disinfettati o di sovrascarpe a seconda del tipo di lavoro svolto. In caso di necessità possimo fornire kit completi a seconda delle tipologie di lavoro per la protezione.