Archivio mensile:ottobre 2016

L’analisi del rischio sismico. Determinante la scelta dei migliori fissaggi Fischer

Il terremoto che ha recentemente colpito il centro Italia ha riportato alla luce i punti deboli di gran parte del patrimonio immobiliare italiano.
Purtroppo le drammatiche immagini di paesi rasi al suolo in questi giorni ci pongono di fronte ad un problema reale.
Le nuove normative sulla classificazione sismica del nostro territorio è relativamente recente (DM 14.01.2008) e stabilisce che tutto il territorio nazionale italiano, eccetto la Sardegna, risulta a rischio sismico.
Molti edifici costruiti prima della nuova classificazione presentano carenze costruttive rivelandosi poco sicuri in caso di terremoti. Oggi il progettista deve tenerne conto.

Se da una parte non possiamo nulla contro i disastri naturali, dall’altra possiamo limitare i danni il più possibile, intervenendo sulle strutture già esistenti e prendendo le giuste ed accurate decisioni in fase di costruzione di nuovi edifici.
E’ di fondamentale importanza affidarsi a mani esperte intervenendo in modo professionale, con l’utilizzo dei materiali più idonei e certificati.
L’utilizzo di resine ad iniezione potenti come l’epossidica EM Fischer, permette di ottenere ancoraggi altamente resistenti nelle applicazioni sismiche.

Resina per zone sismiche FISCHER EM 390S

Fischer Resina EM Sistema chimico a iniezione

La più potente resina epossidica sul mercato per installazioni in calcestruzzo fessurato, riprese di getto e applicazioni sismiche

  • Potente: la grande forza di adesione consente i carichi più alti sul mercato per calcestruzzo fessurato e non fessurato.
  • Ottimizzato: la profondità di ancoraggio variabile da 4xd fino a 20xd, il diametro consente di installare la barra alla corretta profondità in funzione del carico applicato assicurando un risparmio di tempo e di materiale.
  • Condizioni estreme: il sistema FIS EM è certificato per fori carotati e fori sommersi, questo assicura più flessibilità in cantiere.
  • Lavorabile: i tempi di indurimento permettono una lunga lavorabilità durante l’installazione.
  • Ancoraggio sismico: il sistema FIS EM è certificato secondo la normativa europea per categoria di prestazione sismica C1 e C2 secondo normativa americana per zone di progettazione sismica A/F.
  • Dinamico: il sistema è stato testato per carichi dinamici (cicli di fatica).
  • Nessun ritiro: la resina non ritira durante la reticolazione ed è quindi adatta per l’utilizzo in fori maggiorati.
  • Omologato da Rete Ferroviaria (RFI) per fissaggi di sostegno per la trazione elettrica.

Maschi Dormer EX01 6H una scelta ottimale per le lavorazioni dell’acciaio

Per una corretta maschiatura degli acciai occorre prima di tutto conoscere il tipo di materiale. Ora i maschi di ultima generazione sono spesso identificati con degli anelli colorati per una più facile distinzione e generalmente sono:

  • domer per la filettatura dell'acciaioGiallo per acciai teneri.
  • BLU per acciai legati ed in particolare inossidabili.
  • ROSSO per gli acciai duri e tanici.
  • BIANCO per le ghise.
  • VERDE per gli allumini.

Più tenace e con durezze elevate sono quegli acciai che richiedono maschi di qualità elevate oltre chiaramente al numero di maschiature da eseguire. I maschi DORMER EX01 6H sono un ottimo compromesso per la gran parte degli acciai.

Un’altra cosa importante è utilizzare maschi ad elica inclinata per i fori ciechi perché tale geometria consente di trascinare il truciolo generato indietro invece di spingerlo in avanti come fanno quelli ad elica diritta, causando l’accumulo del materiale sul fondo del filetto e la possibile rottura del maschio.

Anche il rivestimento del maschio gioca un ruolo importante perché consente una maggiore scorrevolezza durante la maschiatura ed una maggiore durata.