Archivio della categoria: Collanti e Sigillanti

Nuovi collanti Istantanei brevettati per l’industria della calzatura e pelletteria.

Nell’industria della pelletteria e calzature l’uso di collanti istantanei è molto richiesto. La problematica più frequente è quella del il classico “alone bianco” e la perforazione della pelle, ossia che il collante venga assorbito e macchiare il tessuto. Con i nostri prodotti tutto questo viene superato garantendo prestazioni molto superiori ai tradizionale cianoacrilati.

pellame incollato con collante tradizionale e Collante BX

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con i nostri nuovi collanti brevettati Afinitica BX tutte queste problematiche vengono superate. Grazie a queste nuove formulazioni, che inoltre non hanno nessun effetto dannoso per gli operatori, è possibile realizzare degli incollaggi perfetti e molto resistenti.

Differenza tra gli adesivi standard ed i collanti BX Afinitica

Cos’è l’effetto alone o blooming negli adesivi istantanei cianoacrilati?

Quando si utilizzano i collanti cianoacrilati si possono manifestare dopo la polimerizzazione dei fastitidiosi aloni biancastri esteticamente molto fastidiosi.

Continua a leggere

Tecniche per incollare le plastiche. Fondamentale conoscere la tensione superficiale e la bagnabilità.

Come si fa a capire se un materiale plastico è incollabile? A questa domanda si può rispondere con precisione solo conoscendo la tensione superficiale e la bagnabilità del substrato.

Che cos’è la bagnabilità delle superfici?

Schema test di bagnabilità delle superfici applicato ai collanti

Continua a leggere

Quali caratteristiche hanno le migliori colle viniliche per legno? Quali le differenze?

Le colle viniliche non sono tutte uguali questo è sicuro. Sul mercato ci sono molti marchi e tipologie e per chi ha poca esperienza è difficile districarsi nella scelta.

Quando si sceglie una colla vinilica la prima cosa da tener presente è il grado di trasparenza che si ha necessità di avere ad essiccazione avvenuta. Le migliori colle viniliche sono costituite da resine pure al 100%, mentre più la colla diventa economica e maggiore sarà la quantità di polveri di marmo o gesso aggiunte.

Continua a leggere

Qual’è la colla giusta per portoni e manufatti esposti al sole e alle intemperie?

Nell’incollaggio dei legni è necessario scegliere la colla giusta per ogni applicazione.
La stessa colla infatti non è ideale per tutte le applicazioni in quanto a seconda del tipo di esposizione a cui sono sottoposti i manufatti occorre scegliere la resina ideale.

Il problema diventa molto evidente quando si devono eseguire degli incollaggi su manufatti esposti alla luce diretta e alle intemperie. In queste situazioni infatti i legni possono raggiungere temperature molto elevate in estate e se si utilizzano le normali colle viniliche possono verificarsi dei veri disastri. In queste casistiche infatti si manifesta un’azione disgregante del collante e gli elementi si staccano.

Continua a leggere

Quali collanti utilizzare per legni altamente resinosi ed esposti a salsedine ed acqua salata?

L’incollaggio di elementi esposti all’acqua salata o particolarmete oleosi come il Teak può risultare molto difficile perchè la loro untuosità impedisce alle normali colle viniliche di aderire e mantenere l’incollaggio.

Continua a leggere

L’importanza della preparazione delle superfici prima dell’incollaggio

Il procedimento di incollaggio è spesso sottovalutato e non preso in considerazione seriamente. Molto spesso si pensa che per incollare è sufficiente applicare il collante ed aspettare che polimerizzi senza porre attenzione ai supporti, la preparzione, la pulizia, la temperatura ecc….

Tutte le colle invece hanno necessità, per ottenere un incollaggio ottimale, di seguire alcune procedure che se non rispettate possono inficiare completamente l’incollaggio.

Con questo articolo vogliamo condividere una nostra esperienza presso un cliente che da tempo utilizza una nostra colla bicomponente Loxeal e che pochi giorni fa ha chiamato il nostro servizio tecnico perchè sosteneva che la colla fosse difettosa in quanto non aderiva ai supporti.(foto qui sotto)

preparazione_errata_incollaggio

Risultato di una mancata preparazioni delle superfici incollate

Come si può notare la colla ha polimerizzato ma non ha aderito in nessuna parte del supporto. Facendo un controllo del processo si è poi scoperto che il fornitore delle lamiere verniciate aveva lavato le lamiere con una idropulitrice rendendo le superfici completamente antiaderenti!! Da qui si è dovuto procedere allo sgrassaggio con il Pulitore 10 Loxeal e levigatura delle superfici recuperando perfettamente i manufatti.

Pulitore 10 sgrassante per metalli plastiche (1pz)

Se aveste anche voi problemi di incollaggio o voleste migliore i vostri incollaggi il nostro personale tecnico è a vostra disposizione.

Sostituire la saldatura con un collante. Come incollare in maniera strutturale lamiere verniciate a polvere

Un nostro cliente che realizza impianti di verniciatura a polvere industriali ci ha chiesto di verificare la possibilità di sostituire la saldatura dei particolari con un collante. Le problematiche da superare ed i risultati da ottenere erano i seguenti:

  1. Tenuta strutturale delle lamiere.
  2. Incollaggio di lamiere interamente verniciate a polvere ed evitare quindi la verniciatura a liquido delle grandi strutture.
  3. Incollaggio rapidi e con tempi ben definiti.
  4. Facilità di applicazione anche con dosatori manuali.
  5. Collante completamente esente di siliconi.
  6. Resistenza alle vibrazioni generate dai ventilatori all’interno della struttura.
  7. Costo del collante contenuto.

Per il cliente abbiamo redatto un ciclo di preparazione delle parti da incollare, definito il tipo di collante che è risultato il collante bicomponente Loxeal 48-21 in cartuccia da 400 ml, il mixer più idoneo ed istruito il personale per ottenere un incollaggio perfettamente idoneo alle esigenze richieste. LOXEAL è garanzia di incollaggi impeccabili e resistenti nel tempo.

Loxeal_4821

Collante usato per incollaggio di lamiere verniciate a polvere

Come sigillare gli acquari e le caratteristiche del Silicone Dow Corning 881

Quando si deve effettuare la sigillatura dei vetri per realizzare una acquario è necessario utilizzare un prodotto che abbia delle elevate caretteristiche tecniche per non incorrere in danni a volte irreparabili.

Dalla nostra esperienza di tecnici/rivenditori ottenuta con molti produttori di acquari il prodotto che ci ha dato le maggiori garanzie è il silicone Dow Corning 881 Nerosilicone Dow Corning 881 Trasparente.

Continua a leggere

Come sigillare contenitori in lamiera in presenza di acido solforico delle batterie?

Un nostro cliente ci presentato il problema di dover sigillare delle casse in lamiera contenti delle batterie.
La richiesta era infatti di garantire in caso di sversamenti la sigillatura delle parti saldate.

Le batterie infatti hanno negli elementi una soluzione di acido solforico che in caso di sversamento, essendo molto aggressivo, intacca rapidamente i sigillanti. A contatto con i normali sigillanti per lamiera l’acido provoca il rigonfiamento e lo sfaldamento dei cordoli inficiando completamente la sigillatura.
Continua a leggere