Archivio della categoria: Tecniche di Fissaggio con tasselli e Resine Fischer

I Terremoti in Italia e le NTC (Norme Tecniche per le Costruzioni)

L’Italia è un territorio ad elevato rischio sismico, ed ha subito forti scosse nel tempo, che hanno provocato talvolta gravi danni e catastrofi. per questo è stata creata una Normativa specifica.

Avevamo già affrontato l’argomento parlando dell’importanza della scelta dei giusti ancoranti per la messa in sicurezza degli edifici dagli eventi sismici.

La prevenzione sismica avviene applicando la Normativa Sismica Nazionale, che stabilisce i criteri di costruzione degli edifici per poter prevenire e ridurre i danni a cose e persone in seguito ad un terremoto.

La nascita ed evoluzione delle normative è strettamente collegata agli eventi sismici avvenuti degli ultimi 50 anni.

Ma partiamo dalla base. Continua a leggere

Tasselli per fissaggi meccanici certificati contro il sisma Fischer FAZ II

Ora più che mai è necessaria la scelta di ancoraggi per le costruzioni che rispettino le normative e sopratutto garantiscano una tenuta ottimale in caso di scosse sismiche. Il recente terremoto 2016 del centro Italia ci insegna che non si devono sottovalutare le tecniche ed i componenti utilizzati nelle costruzioni per ridurre i danni e salvare le vite umane.

I tasselli Fischer FAZ II possono essere un ottimo elemento per il fissaggio perchè certificati alla Categoria di prestazione sismica C1 e C2.

ancorante-espansione-faz-ii

Tasselli ancoranti Antisismica FAZ II Fischer

  • Il sistema ad espansione assicura un carico uniforme ad elevatisse prestazioni anche a distanze ridotte dai bordi e fra i tasselli.
  • Risponde alle certificazioni nazionali ed internazionali sulle costruzioni comprese quella americana per zone sismiche A/F.
  • Installazione veloce e precisa con doppia profondità di inserimento certificata che riduce i tempi di posa.
  • Ampia gamma di misure anche con versioni molto corte per supporto con spessore ridotto.
  • Ottimo per strutture in acciaio, legno, alluminio. Ancoraggio di Gru, macchinari, Robot carriponti, barriere antirumore, ascensori, linee vita ed in generale tutte le strutture importanti.
  • Disponibile in acciaio zincato, Acciaio inossidabile A4 ed acciaio ad alta resistenza alla corrosione.
  • Fornibili con diametri da M8 a M24 .

 

L’analisi del rischio sismico. Determinante la scelta dei migliori fissaggi Fischer

Il terremoto che ha recentemente colpito il centro Italia ha riportato alla luce i punti deboli di gran parte del patrimonio immobiliare italiano.
Purtroppo le drammatiche immagini di paesi rasi al suolo in questi giorni ci pongono di fronte ad un problema reale.
Le nuove normative sulla classificazione sismica del nostro territorio è relativamente recente (DM 14.01.2008) e stabilisce che tutto il territorio nazionale italiano, eccetto la Sardegna, risulta a rischio sismico.
Molti edifici costruiti prima della nuova classificazione presentano carenze costruttive rivelandosi poco sicuri in caso di terremoti. Oggi il progettista deve tenerne conto.

Se da una parte non possiamo nulla contro i disastri naturali, dall’altra possiamo limitare i danni il più possibile, intervenendo sulle strutture già esistenti e prendendo le giuste ed accurate decisioni in fase di costruzione di nuovi edifici.
E’ di fondamentale importanza affidarsi a mani esperte intervenendo in modo professionale, con l’utilizzo dei materiali più idonei e certificati.
L’utilizzo di resine ad iniezione potenti come l’epossidica EM Fischer, permette di ottenere ancoraggi altamente resistenti nelle applicazioni sismiche.

Resina per zone sismiche FISCHER EM 390S

Fischer Resina EM Sistema chimico a iniezione

La più potente resina epossidica sul mercato per installazioni in calcestruzzo fessurato, riprese di getto e applicazioni sismiche

  • Potente: la grande forza di adesione consente i carichi più alti sul mercato per calcestruzzo fessurato e non fessurato.
  • Ottimizzato: la profondità di ancoraggio variabile da 4xd fino a 20xd, il diametro consente di installare la barra alla corretta profondità in funzione del carico applicato assicurando un risparmio di tempo e di materiale.
  • Condizioni estreme: il sistema FIS EM è certificato per fori carotati e fori sommersi, questo assicura più flessibilità in cantiere.
  • Lavorabile: i tempi di indurimento permettono una lunga lavorabilità durante l’installazione.
  • Ancoraggio sismico: il sistema FIS EM è certificato secondo la normativa europea per categoria di prestazione sismica C1 e C2 secondo normativa americana per zone di progettazione sismica A/F.
  • Dinamico: il sistema è stato testato per carichi dinamici (cicli di fatica).
  • Nessun ritiro: la resina non ritira durante la reticolazione ed è quindi adatta per l’utilizzo in fori maggiorati.
  • Omologato da Rete Ferroviaria (RFI) per fissaggi di sostegno per la trazione elettrica.

Le resine e le fiale ancoranti Fischer SB390S per costruzioni antisismiche.

Sempre più di grande attualità la costruzione di strutture secondo i principi antisismici in Italia. Ancora una volta il terremoto di Amatrice rende urgente la necessità di costruire tenendo presente che le scosse sismiche possono mettere in serio pericolo le strutture e le vite umane. Da qui si rende necessario considerare che tutti i fissaggi, soprattutto quelli strutturali, devono essere eseguiti con prodotti certificati per resistere a tali eventi. Spesso ancora ci sono richieste per fissaggi “economici” senza considerare approfonditamente  i carichi a cui devono essere sottoposti.

fischer-super-bond-SB-390S-ancorante-chimico

Resina ancorante Antisismica Fischer

Oggi la tecnologia utilizzata dai Fissaggi Fischer consente di avere dei sistemi economici ma con garanzie elevate! Lo sviluppo infatti delle resine Viniliche come la SB 390S garantisce Certificazione antisismica C1 e C2, classe di resistenza al fuoco EI 120 oltre ad avere le certificazioni ETAG 001 e EATG 001-5. Queste caratteristiche infatti fino a qualche anno fa erano prerogativa delle sole Resine Epossidiche Fischer con un costo molto più elevato.

Le resine Fischer FIS SB hanno una gamma versatile perchè sono fornibili sia in cartuccia che in fiala, ideali sia per calcestruzzo fessurato che non fessurato, garantendo così all’installatore la massima flessibilità.

 

ancorante-chimico-in-fiala-fischer-rsb

Fiale ancoranti antisismiche Fischer

 

Il sistema Superbond FSB inoltre consente l’utilizzo anche alte temperature (fino a +150 °C) cosa impensabile per alcune marche concorrenti. Per le basse temperature invece le fiale RSB Fischer possono essere utilizzate fino a -30 °C mentre la resina fino a -15 °C mantenendo tutti gli standard di certificazione e rapidi tempi di polimerizzazione riducendo i tempi di posa.

 

 

 

 

Nei cantieri che visitiamo spesso troviamo resine Poliestere o viniliche di bassa qualità che non hanno certificazioni sufficienti o che ne sono totalmente prive utilizzate in fissaggi che dovrebbero avere una resistenza antisismica. Il costo dei componenti certo gioca un ruolo importante ma non dove essere a scapito della sicurezza.

Perchè utilizzare le viti per calcestruzzo Fischer FBS-US invece dei tasselli meccanici in acciaio?

I fissaggi meccanici su calcestruzzo fessurato da qualche tempo si sono implementati con l‘inserimento dei tasselli a vite Fischer FBS-US. Questo tipo di fissaggio consente di utilizzare delle vere proprie viti come se fossero dei tasselli ad espansione. La particolarità è che assicurano degli ottimi valori di carico sia a strappo che a taglio con una elevata velocità di montaggio. Dopo l’utilizzo possono essere facilmente smontati  e riutilizzati fino ad 8 volte.

vite-per-calcestruzzo-FBS

Viti per calcestruzzo fessurato Fischer FBS-US

Si pensi a tutti quei fissaggi temporanei nei cantieri dove è necessario montare velocemente strutture per le lavorazioni che poi andranno rimosse. Con sistemi ad espansione tradizionali spesso è molto complicata, richiede tempo ed in alcuni casi l’unico modo è l’uso del disco da taglio perchè il tassello non si riesce a rimovere.

Le viti a tassello FBS-US Fischer sono la risposta efficiente ed economicamente vantaggiosa. Realizzato il foro serve solo avere a disposizioone un avvitatore a massa battente per la posa e la rimozione.

Visionate il video applicativo e le caratteristiche di tenuta nel nostro sito. Misure disponibili D.8-10-12-14mm

La resistenza al fuoco dei tasselli in acciaio Fischer

Al fine di garantire la funzionalità delle strutture in caso di incendio come le ringhiere, gli elementi a soffitto o di sicurezza in genere, è necessario valutare attentamente il comportamento degli ancoraggi secondo il rapporto tecnico TR020.

I tasselli Fischer vengono identificati individuando la resistenza al fuoco in base alla durata in termini di tempo.  I valori indicati esprimono il carico di rottura in caso di esposizione al fuoco.

tasselli_antisismici_fischer_faz

I tasselli strutturali Fischer in acciaio FBN II e FAZ II hanno una certificazione di resistenza R120.

Come eseguire fori perfetti per i Tasselli Fischer certificati antisismici.

Per garantire una tenuta ottimale e garantire le resistenze allo strappo dei tasselli in acciaio Fischer è indispensabile eseguire i fori correttamente.

1) Per prima cosa è necessario verificare se nelle tabelle tecniche è prescritta l’esecuzione del foro mediante solo rotazione, rotopercussione o a percussione.

2) Verificare che le punte non siano troppo logore perchè potrebbe causare la realizzazione di fori più grandi del diametro nominale. Per alcuni ancoraggi possono essere prescritte delle punte speciali.

3) Verificare la profondità del foro che è indicata nella scheda tecnica.

4) In caso di fori errati il nuovo foro comunemente deve essere realizzato ad una distanza minima di 2 volte la profondità del foro eseguito.

5) Tenere in considerazione sempre il pericolo di tagliare le armature delle strutture, quindi verificare sempre prima dove eseguire i fori. Il taglio delle barre di armatura potrebbe mettere a rischio tutta la struttura!

6) Pulire sempre accuratamente i fori dalla polvere con gli appositi scovolini e aria compressa.

Le resina ancorante Fischer per calcestruzzo SB390 idonea per zone sismiche

Quando si devono eseguire dei fissaggi con resine bicomponenti su muratura occorre fare una scelta in base al supporto, il carico che si andrà ad applicare e le sollecitazioni a cui sarà sottoposta come il Sisma e la resistenza al fuoco,

Il calcestruzzo si classifica in base alla classe di resistenza e va da C12/15 a C50/60. Queste sigle significano: C= Calcestruzzo,  il primo numero (es.12) la resistenza alla compressione di un provino cilindrico 150×300 mm e il secondo numero (es.15) la resistenza alla compressione di un provino cubico con lato da 150mm espresso in N/mm2.

E’ importante inoltre ricordare che il calcestruzzo normale, senza l’aggiunta di particolari additivi, raggiunge la sua resistenza massima solo dopo 28 giorni (Calcestruzzo Maturo). Sarà possibile quindi installare l’ancorante, ed ottenere il valore nominale massimo, solo dopo che sia trascorso tale intervallo temporale. Il calcestruzzo presenta spesso delle fessure dovute al ritiro durante l’indurimento o alle sollecitazioni (calcestruzzo Fessurato) e quindi è necessario utilizzare degli ancoraggi specifici in grado di riespandersi all’apertura delle fessure.

La resina ancorante vinilica Fischer FIS SB 390 è una soluzione universale idonea per l’utilizzo su calcestruzzo fessurato e non, certificata per zone sismiche con prestazioni C1, Resistenza al fuoco in classe R120,  idonea anche per installazioni a basse temperature fino a – 15°C.

fischer-super-bond-SB-390S-ancorante-chimico