I guanti antitaglio Cofra secondo la norma EN 388:2016

Operaio con in mano barre taglienti
Barre taglienti in mano con guanti Cofra omologati EN 388:2016

La scelta del guanto antitaglio va fatta tenendo conto dei rischi a cui il lavoratore è esposto. Le normative aiutano a comprendere i vari livelli di protezione e sono contenute nella EN 388 in cui vengono descritti i test per determinare la resistenza al taglio.

Per bassi livelli di protezione viene utilizzato il COUPE TEST che consiste in una rondella affilata che ruota sul tessuto del guanto. In base al numero di rotazioni effettuate prima di tagliarlo si determina un valore da 0 a 5 che corrisponde al livello. Tuttavia i risultati ottenuti non danno un risultato che rispecchia la realtà operativa in maniera fedele perchè durante il lavoro il guanto può essere sottoposto a spinte variabili sulla parte tagliente.

Pezzo metallico tagliente
Pezzo metallico tagliente

Per questo motivo è stata inserita una nuova classificazione dal 2016 eseguendo il test ISO 13997. Questo test consiste nell’applicazione di una spinta variabile espressa in newton contro la lama durante la rotazione. Il risultato del test genera una nuova classificazione per i guanti antitaglio espressa in valori che vanno dalla A (2 Newton) alla F (30 Newton) che rende molto più preciso il livello di protezione.

Test al taglio ISO 13997 secondo la Norma EN 388:2016

  • A: da 2 a 5 Newton
  • B: da 5 a 10 Newton
  • C: da 10 a 15 Newton
  • D: da 15 a 22 Newton
  • E: da 22 a 30 Newton
  • F: oltre 30 Newton

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *