Perchè i saldatori devono indossare la maschera protettiva per le vie respiratorie?

Oltre lo schermo protettivo, meglio se elettronico per la protezione della vista, i saldatori devono proteggere anche le vie respiratorie. I fumi generati dai processi di saldatura costituiti da monossido di carbonio, ozono, ossidi di azoto e ossidi dei metalli, espongono gli operatori a rischio di gravi malattie polmonari.

Cosa sono i fumi di saldatura?: Sospensione di particelle solide nei gas prodotti durante la combustiuone. Il metallo a contatto con l’ossigeno dell’aria si ossida: quindi i fumi sono costituiti per la maggior parte dagli ossidi dei metalli utilizzati per il manufatto e dai materiali di apporto per la saldatura quali fili o elettrodi.
Alcuni sintomi riconducibili all’esposizione: Tosse, escreato e sibili in concomitanza della settimana lavorativa con successivo miglioramento nel fine settimana.
La tipologia di fumi cambia in relazione ai materiali utilizzati nella lavorazione quindi ossidi di ferro, Cromo, Nichel, Piombo, Cobalto, Manganese, Rame ecc.. e possono avere tutti effetti gravi sulla salute. Per questo è necessario effettuare costantemente visite ed analisi specifiche.

Indossare quindi una maschera efficiente è di fondamentale importanza per ridurre notevolmente il rischio! Generalmente si indossa un dispositivo FFP2 che protegge solamente da polveri ma è raccomandabile utilizzare maschere con una protezione ulteriore anche per OZONO, la cui esposizione cronica può causare Broncopatie, enfisevi e Fibrosi, quali ad esempio la Maschera 3M 9928 specifica per fumi di saldatura 

maschera_protettiva_saldatori_3m9928

Maschera specifica per saldatori con protezione anche da Ozono

Questa maschera protegge inoltre anche da tutti gli odori fastidiosi che si sviluppano nei processi di saldatura ed è riutilizzabile su più turni di lavoro a differenza delle normali FFP2 che devono essere gettate dopo 1 turno. Questo per avere una gestione ragionevole dei costi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *