Ruota industriale serie 62 AL Tellure Rota

Come scegliere la ruota per carrelli corretta? Tutto quello che c’è da sapere

Come si procede alla selezione della ruota:

  1. Carico. Per scegliere la ruota più idonea occorre partire dal carico totale da trasportare. L’errore più comune è quello di prendere il carico totale e dividerlo per 4. Non è corretto perchè i pavimenti non sono praticamente mai perfettamente piani e quasi mai le ruote sono provviste di sospensioni quindi avremo che durante il trasporto il carico sarà sostenuto prevalentemente da 3 ruote. Quindi il carico totale va diviso per 3.
  2. Tipi di pavimentazioni. Va identificata la tipologia perchè potrebbe essere idonea o meno al fondo esistente oppure i carrelli devono essere utilizzati su più fondi. Capita infatti per esempio che dall’esterno in catrame i carrelli debbano essere spinti all’interno in quarzo e successivamente in reparti con piastrelle. Questo influirà sulla durata del battistrada ed alcuni materiali plastici possono rilasciare residui sul pavimento.
  3. Velocità. In molti cataloghi se verificate bene viene indicato il carico statico e non dinamico. Questo particolare non è da sottovalutare perchè ne andrà della resistenza e durata della ruota. Se poi i carrelli dovranno essere movimentati in tradotte con motrici il dato della portata dinamica diverrà indispensabile perchè  la velocità può superare i 10km/h.
  4. Ambiente. Se le ruote andranno in ambienti industriali alimentari, chimici e marittimi  spesso dovranno essere con supporti in acciaio inossidabile, per tutti gli altri ambienti generalmente sono sufficienti zincati.
  5. Calore. Certi carrelli vengono realizzati per essere sottoposti ad alte temperature come i forni di cottura, in questi casi andranno utilizzate ruote con mescole e componenti adatti alle alte temperature.
  6. Tipo di supporto. I supporti sono di 3 tipi: leggeri, medi e pesanti. Cambia lo spessore dell’acciaio utilizzato. Generalmente non cambia molto la portata della ruota ma più il supporto è robusto e maggiore sarà la resistenza in caso di urti o impedimenti che possono bloccare la ruota durante il rotolamento. In questi casi a causa dell’inerzia del movimento, il carico che andrà sulle ruote bloccate aumenterà notevolmente causando la rottura del supporto se non adeguatamente dimensionato.
  7. Forza di spinta richiesta. Ci sono carrelli particolarmente pesanti che sono difficili da movimentare soprattutto in partenza quando le ruote non sono orientate correttamente. Questo è stato identificato come una fonte di possibili infortuni ai lavoratori.  Abbiamo ruote con profilo raggiato che consentono una sterzata molto più facile e veloce. Per ridurre la forza di spinta l’utilizzo delle ruote in poliuretano tipo TR di TellureRota possono essere di grande aiuto. Hanno infatti sviluppato una mescola che riduce notevolmente la forza necessaria allo spostamento da parte dell’operatore. Molti problemi da noi risolti  sono stati sui carrelli utilizzati dai manutentori. Questi sono spesso molto pesanti e con queste ruote abbiamo ridotto lo sforzo anche del 50%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *