Come trattare le condense negli impianti dell’aria compressa?

 

La qualità dell’aria compressa è un aspetto molto importante da curare. Negli ambiti alimentari, chimici o medicali disporre di aria perfettamente purificata da condense, polveri ed olii è spesso obbligatorio quindi occorre fare una scelta dei componenti ottimale. Negli altri impianti, anche se non obbligatorio, avere un impianto filtrante efficiente mette al riparo da eventuali guasti o inefficienze nella produzione.

Essiccatore Frigorifero OMI

L’eliminazione della condensa è la prima cosa da fare.Questa si genera perchè l’aria aspirata dal compressore ha una percentuale di umidità, che varia in funzione delle condizioni atmosferiche, che se non trattata viene trasferita nelle linee di distribuzione dell’impianto. Generalmente in estate quando l’umidità è maggiore avremo un effetto più evidente, mentre in inverno a basse temperature, sarà l’opposto. Una semplice verifica si può fare aprendo la valvola di scarico del serbatoio di accumulo.

 

 

Per eliminarla è indispensabile predisporre un essiccatore per l’aria compressa frigorifero o ad assorbimento. Gli essiccatori frigoriferi raffreddano l’aria con punto di rugiada intorno 3/4 °C facendo precipitare l’umidità in modo da condensarla e spinta fuori tramite un condotto. Quando l’essiccazione frigorifera non è sufficiente, perchè si ha necessità di maggior qualità, si utilizzano gli essiccatori ad ossorbimento che raggiungono un punto di rugiada da -20°C fino a -70°C. L’essiccazione si ottiene convogliando l’aria proveniente dal compressore in cilindri riempiti di sostanze altamente assorbenti che trattengono l’umidità fino ad ottenere un’elevatissima qualità dell’aria.

Un’altro sistema che aiuta a ridurre la quantità di umidità nell’aria compressa, spesso utilizzato in combinazione degli essiccatori, sono i separatori centrifughi. Questi elementi di forma cilindrica convogliano l’aria in modo da costringerla con senso circolare sulle pareti. Sfruttando la forza centrifuga le particelle si trasformano in gocce che precipitano lungo le pareti e raccolte sul fondo del serbatoio vengono espulse.

Separatore Acqua-Olio per il trattamento delle condense

E‘ importante sapere che tutte le condense raccolte non posso essere convogliate direttamente negli scarichi ma obbligatoriamente devo essere prima trattate con appositi separatori acqua-olio. La normativa è infatti molto chiara in merito. La separazione tramite contenitori dotati di appositi filtri è necessaria perchè nell’acqua sono presenti anche i residui di olio provenienti dal compressore che, nonostante siano spesso dotati di filtro separatore, non riescono a trattenere tutte le particelle oleose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *