Qual’è la colla giusta per portoni e manufatti esposti al sole e alle intemperie?

Nell’incollaggio dei legni è necessario scegliere la colla giusta per ogni applicazione.
La stessa colla infatti non è ideale per tutte le applicazioni in quanto a seconda del tipo di esposizione a cui sono sottoposti i manufatti occorre scegliere la resina ideale.

Il problema diventa molto evidente quando si devono eseguire degli incollaggi su manufatti esposti alla luce diretta e alle intemperie. In queste situazioni infatti i legni possono raggiungere temperature molto elevate in estate e se si utilizzano le normali colle viniliche possono verificarsi dei veri disastri. In queste casistiche infatti si manifesta un’azione disgregante del collante e gli elementi si staccano.

Nella foto seguente si vede l’effetto prodotto dall’uso di una normale colla vinilica su un portone dopo soli 2 anni. Il portone è esposto al sole per quasi tutta la giornata e in estate inevitabilmente raggiunge temperature molto elevate.

Distacco dei legni a causa di utilizzo di colla non idonea su portone esterno.

In queste situazioni occorre necessariamente utilizzare collanti come BINDAN EPI B4/D4 con catalizzatore che garantisce un’altissima resistenza al calore ed ai carichi statici. La speciale certificazione EN3101/302 lo rende raccomandato per incollaggio di portoni e manufatti esposti direttamente al sole e alle intemperie. La speciale formulazione impedisce il disgregamento inevitabile al contrario delle normali colle viniliche che, anche se di ottima qualità, non possono resistere in tali condizioni.

Ottima qundi anche per incollaggi di persiane, mobili da giardino e tutti i manufatti esposti direttamente al sole e agli agenti atmosferici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *