Tecniche per incollare le plastiche. Fondamentale conoscere la tensione superficiale e la bagnabilità.

Come si fa a capire se un materiale plastico è incollabile? A questa domanda si può rispondere con precisione solo conoscendo la tensione superficiale e la bagnabilità del substrato.

Che cos’è la bagnabilità delle superfici?

Schema test di bagnabilità delle superfici applicato ai collanti

 

 

 

 

 

 

E’ la misura  dell’angolo di contatto di un liquido su un solido. Minore sarà l’angolo e maggiore sarà la capacità del liquido di bagnarlo.

Questo test si esegue con liquidi a durezza 0. Si posiziona una goccia sulla superfice e verificando il suo comportamento si desume la sua tensione superficiale. Nei Substrati con alta tensione superficiale la goccia di spenaderà (bagnerà) ed avremo la certezza di poterli incollare più facilmente. Più semplicemente, se conosciamo la tipologia del materiale da incollare, possiamo reperire i valori di tensione superficiale noti anche su internet espressi in mN/m e fare la scelta dei vari collanti disponibili in base alle esigenze di tenuta, estetica, tipologia di giunto e cosi via, che possono essere Cianacrilati, Epossidici, acrilici, Ibridi, Anaerobici ecc.

In alternativa abbiamo liquidi a tensione nota che permettono facilmente di identificare la bagnabilità delle superfici. Basta applicarli sul substrato ed osservarne il comportamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *